Marcello Guagliardo Giordani - Tenore

Marcello Giordani - Premio Vittorini 2012 SR
Nato ad Augusta, in Sicilia, Marcello Giordani è ricercato dai più prestigiosi teatri d'opera mondiali, ed è stato acclamato dalla critica internazionale come uno dei più importanti tenori dei nostri giorni. La sua eccezionale versatilità gli ha permesso di coprire un vasto repertorio che va dal bel-canto di Bellini e Rossini, al lirismo del repertorio operistico francese (comprese le
grandi composizioni vocali di Berlioz, quali La damnation de Faust e Les Troyens), e alle opere di Puccini e Verdi che esigono qualità vocali da lirico-spinto.
Marcello Giordani ha completato la stagione operistica negli Stati Uniti con due dei più importanti e impegnativi eventi della sua carriera. Il 20 aprile 2008, in occasione della visita negli Stati Uniti di Papa Benedetto XVI, Giordani ha cantato “Panis Angelicus” di César Franck davanti al Papa durante la Messa Papale a Yankee Stadium, ed ha anche cantato “Nessun Dorma” dalla Turandot di Puccini allo spettacolo che ha preceduto la Messa. È stato questo un evento molto atteso, ed un grande onore per Giordani per il quale cantare per il Papa ha costituito uno dei momenti più significativi della sua vita tanto professionale che privata. Solo pochi giorni dopo essersi esibito alla Messa Papale, Giordani ha cantato per la prima volta il ruolo di Enée in Berlioz’ Les Troyens con la Boston Symphony Orchestra in una serie di recite in forma di concerto sotto la direzione di James Levine. É stata questa la prima volta nella storia della BSO che il capolavoro epico di Berlioz è stato presentato nella sua versione integrale in cinque atti della durata complessiva di quattro ore e mezza.
In agosto, Marcello Giordani ha partecipato ad un concerto a Pechino durante la prima settimana dei Giochi Olimpici come parte d’una serie di concerti della Global Harmony intitolata “The Divas in Beijing” (“Le Dive a Pechino”). La serie di cinque concerti è stata descritta come uno degli eventi più importanti del Festival Olimpico delle Arti 2008, in cui si sono esibiti i più rinomati cantanti del mondo della lirica. Marcello Giordani, Salvatore Licitra e Ramon Vargas sono apparsi insieme sul palcoscenico della “Great Hall of the People” in un concerto operistico. Il trio tenorile è stato descritto dalla stampa come “la seconda generazione dei Tre Tenori”.
Durante lo stesso mese d’agosto, Giordani è apparso in un recital al Centro de Bellas Artes a San Juan, Porto Rico, come parte d’una prestigiosa serie di recital in cui hanno partecipato alcune delle più note personalità del mondo della lirica, compresi Pavarotti, Domingo e Freni.
In programma per la stagione 2008-09 sono: al Metropolitan di New York, un’esecuzione del Requiem di Verdi diretto da James Levine in memoria di Luciano Pavarotti prima dell’apertura della stagione, La Damnation de Faust di Berlioz, ed una ripresa di Madama Butterfly nella produzione di Anthony Minghella che ha aperto la stagione 2006-07 del Metropolitan; alla Vienna Staatsoper, La Forza del destino di Verdi e Roméo et Juliette di Gounod; Simon Boccanegra di Verdi al Gran Teatre del Liceo in Barcellona e in concerto con la Boston Symphony Orchestra diretta dal maestro Levine; e Carmen in Bilbao. Parteciperà inoltre al Gala del 125mo Anniversario del Metropolitan che avrà luogo nel marzo del 2009.
Giordani ha inaugurato la stagione 2007-2008 del Metropolitan nel ruolo di Edgardo in Lucia di Lammermoor, in un nuovo allestimento della regista teatrale Mary Zimmerman, vincitrice del premio Tony. Nell'autunno del 2007, Giordani ha anche fatto due inaspettate apparizioni sulla scena del Metropolitan come Romeo in Roméo et Juliette e come Pinkerton in Madama Butterfly, sostituendo, con solo qualche ora d’avviso, i rispettivi tenori in programma. È ritornato al Metropolitan nel 2008 per un revival di Manon Lescaut e per il suo debutto nel ruolo di Ernani in un allestimento dell'opera omonima di Verdi che era stato messo in scena per l'ultima volta dal Metropolitan nel 1985. La recita di Manon Lescaut del 16 febbraio 2008 è stata proiettata dal vivo in sale cinematografiche negli Stati Uniti, Europa e Giappone, come parte di una nuova serie di spettacoli del Metropolitan trasmessi dal vivo in HD (Alta Definizione).
Nell’autunno del 2007, Giordani ha debuttato ne La Forza del Destino di Verdi con il Maggio Musicale Fiorentino, e nella primavera del 2008, ha fatto il suo debutto nel ruolo del protagonista nella seconda opera di Puccini, Edgar, in forma di concerto, con Opera Orchestra di New York, poco prima d’assumere il ruolo di Enée in Les Troyens.
Oltre alle sue apparizioni sulla scena operistica, Giordani ha partecipato ad un corcerto di gala con Opera Orchestra di New York a Carnegie Hall, e si è esibito in Marcello Giordani and Friends in Florida.
L'estate del 2007 lo ha trovato all'Arena di Verona per La Bohème e al Festival Puccini di Torre del Lago per Tosca. In aprile ha debuttato con la Boston Symphony Orchestra in una recita in forma di concerto de La Damnation de Faust sotto la direzione di James Levine, e si è poi unito alla Boston Symphony Orchestra e Maestro Levine per una tournée che ha presentato il capolavoro di Berlioz in quattro città europee: Lucerna, Svizzera; Essen, Germania; Parigi, Francia; e Londra, Inghilterra.
Giordani ha inaugurato la stagione 2006-07 del Metropolitan in una nuova e acclamatissima produzione di Madama Butterfly realizzata dal noto regista cinematografico, Anthony Minghella. È stata questa la prima volta in vent'anni che il Metropolitan ha inaugurato la stagione con un nuovo allestimento d'opera. Nel corso della stessa stagione è apparso in La Gioconda, La Bohème e Simon Boccanegra al Metropolitan; ha presentato una Master Class alla Manhattan School of Music di New York; ha partecipato al Gala della "Richard Tucker Music Foundation", ed è apparso come Des Grieux in Manon Lescaut al Gran Teatre del Liceu in Barcellona. È anche stato ospite speciale del recital annuale presentato dalla Marilyn Horne Foundation, e si è esibito in un recital privato alla Corte Suprema degli Stati Uniti dietro invito del Giudice Ruth Bader Ginsburg.
Nella primavera del 2007 ha assunto il ruolo del protagonista nell’Andrea Chénier di Giordano al Teatro Massimo Bellini di Catania, ed ha cantato Des Grieux in Manon Lescaut alla Opernhaus Zürich, dove ha anche debuttato nel ruolo di Paolo il Bello nella Francesca da Rimini di Zandonai.
L’estate del 2006 lo ha trovato al Festival dell'Opera di Avenches per Il Trovatore, al Festival Puccini di Torre del Lago per Tosca, al Teatro dell'Opera di Roma per Turandot, ed al Festival Musicale di Verbier per una recita-concerto di Simon Boccanegra sotto la direzione del Maestro Levine.
Durante la stagione lirica 2005-2006, Marcello Giordani ha cantato il ruolo di Arnold nel Guillaume Tell di Rossini alla Wiener Staatsoper e con la Opera Orchestra di New York. In quest’ultima presentazione dell'opera in forma di concerto, Giordani ha riscosso un successo così strepitoso con la sua interpretazione della cabaletta dell'ultimo atto, "Amis, amis, secondez ma vengeance," che il pubblico ne ha richiesto clamorosamente, ed ha ottenuto, il bis. Ha poi assunto per la prima volta negli Stati Uniti, il ruolo di Don José in Carmen al Metropolitan, ed è apparso in Turandot al Maggio Musicale Fiorentino, Manon Lescaut al Teatro Regio di Parma, Manon a Bilbao, Rigoletto a Zurigo, e Un Ballo in Maschera al Teatro Massimo Bellini di Catania. Ha debuttato inoltre come Don Carlo nell'opera omonima di Verdi al Teatro Regio di Torino. Nella primavera del 2006 è apparso in un nuovo allestimento de La Gioconda al Teatro Massimo Bellini, dove ha anche festeggiato il ventesimo anniversario del suo debutto professionale con un concerto celebrativo in suo onore.
Altre importanti tappe nella carriera di Marcello Giordani includono il suo debutto in Andrea Chénier all'Arena Sferisterio di Macerata nell’estate del 2005, nonché il suo debutto come protagonista in Il Trovatore alla Houston Grand Opera nel 2004. Lo stesso anno, ha debuttato nel ruolo di Enzo in La Gioconda con Opera Orchestra of New York suscitando lo straordinario entusiasmo del pubblico e della critica per la sua esecuzione dell’aria “Cielo e mar” che il New York Times ha definito “sensazionale”. Durante la stagione 2003-2004, Marcello Giordani ha assunto il ruolo principale nella prima del Metropolitan dell’opera di Berlioz, Benvenuto Cellini. Anche da notare sono l’assunzione del ruolo del protagonista ne Il Pirata di Bellini al Metropolitan, un nuovo allestimento della versione francese di Les Vêpres Siciliennes all' Opéra National de Paris, e un’acclamatissima interpretazione del ruolo di Maurizio in Adriana Lecouvreur con Opera Orchestra of New York. Nel 2001, Marcello Giordani è stato il primo italiano nella storia del Metropolitan a cantare il ruolo di Lenski in Eugene Onegin in russo.
Tra il 1997 e il 2000, Giordani ha debuttato con Opera Orchestra of New York in Lucrezia Borgia, e con la Munich Philharmonic in La Damnation de Faust sotto la direzione del Maestro Levine; ha cantato il ruolo di Des Grieux in Manon alla Metropolitan Opera, ed è apparso come Gabriele Adorno in Simon Boccanegra alla Royal Opera di Londra sotto la direzione di Sir Georg Solti.
Marcello Giordani ha debuttato professionalmente nel ruolo del Duca in Rigoletto al Festival di Spoleto in Italia nel 1986. Il suo debutto negli Stati Uniti è stato nel ruolo di Nadir in Les Pêcheurs de Perles alla Portland Opera durante la stagione 1988-89. Ha debuttato a La Scala di Milano come Rodolfo in La Bohème nel 1988, e al Metropolitan di New York come Nemorino in L'Elisir d'Amore nel 1993.
Alla televisione, Marcello Giordani è stato ospite frequente del Richard Tucker Gala, ed è stato invitato a cantare alla messa natalizia di mezzanotte della Cattedrale di St. Patrick di New York, trasmessa in diretta su rete televisiva nazionale. Ha anche cantato per due anni consecutivi (2006 e 2007) nella Columbus Day Parade che ha luogo annualmente a New York e viene trasmessa dal vivo dalle principali stazioni televisive negli Stati Uniti e in Italia.
La discografia di Marcello Giordani comprende Jérusalem di Verdi, inciso per la Philips, un disco di arie d’opera (Tenor Arias) rilasciato dalla Naxos, con arie di Bellini, Bizet, Donizetti, Mascagni, Rossini e Verdi, ed un altro rilasciato dalla VAI col titolo Sicilia Bella, in cui il tenore siciliano presenta canzoni di autori della sua terra natia. Giordani è anche tra i cantanti che prestano la loro voce in una compilazione di canzoni del compositore Steven Mercurio dal titolo Many Voices. In video, Giordani può essere visto nel ruolo di Pinkerton nella produzione di Madama Butterfly dell'Arena di Verona, allestita e diretta da Franco Zeffirelli; e come Rodolfo in La Bohème, in una produzione della Opernhaus Zürich.
Programmati per distribuzione in DVD durante la prima metà del 2008 sono La Bohème dall’Arena di Verona, La forza del destino dal Maggio Musicale Fiorentino, e Manon Lescaut dal Metropolitan. La recita del 28 novembre de La Forza del destino apparirà sugli schermi di sale cinamatografiche negli Stati Uniti e in Europe come parte dell’iniziativa del Teatro alla Scala di Milano per la diffusione di registrazioni di produzioni operistiche in video ad alta definizione e audio digitale.

Sito Marcello Guagliardo

1 commento:

sgtjdc ha detto...

La bellisima produzione di Anthony Minghella al Metropolital Opera di New York e' stata transmessa per televione. Marcello e' stato stupendo come Pinkerton.

Un po' di video si vede a:

http://www.pbs.org/wnet/gperf/episodes/gp-at-the-met-madama-butterfly/preview-of-madama-butterfly/788/